REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE (DELIBERATIVO) SENZA QUORUM

Situazione nei Comuni Italiani al 2023

      REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE (DELIBERATIVO) SENZA QUORUM

VICENZA – REFERENDUM ABROGATIVO-PROPOSITIVO VINCOLANTE SENZA QUORUM (art. 32 : Il competente organo del Comune è tenuto ad adottare l’atto entro 60 giorni dalla celebrazione della consultazione popolare)

AMMISSIBILITA’:
valutata, entro 30 giorni, da un comitato di esperti, che resterà in carica per l’intero mandato amministrativo, composto da tre membri, il segretario generale e due persone nominate una dalla maggioranza e una dalla minoranza.

ESCLUSIONI:
a) lo Statuto;
b) il documento programmatico preliminare della Giunta comunale;
c) il Regolamento del Consiglio comunale ed altri regolamenti ad efficacia meramente interna;
d) le elezioni, le nomine, le designazioni, le revoche, le dichiarazioni di decadenza e, in generale, le deliberazioni o le questioni concernenti persone;
e) gli atti relativi al personale del Comune, delle istituzioni, delle aziende speciali;
f) l’istituzione e l’ordinamento dei tributi; g) la disciplina generale delle tariffe per la fruizione di beni e servizi;
h) le espropriazioni per pubblica utilità;
i) l’assunzione di mutui o l’emissione di prestiti obbligazionari;
j) i bilanci annuali e pluriennali, i conti consuntivi;
k) quando la proposta concerna materie già sottoposte a referendum nell’arco della medesima tornata amministrativa;
l) quando la proposta oggetto del referendum incida su situazioni concrete, relative a soggetti determinati, aventi natura patrimoniale;
m) l’esecuzione di norme statali o regionali che implicano attività amministrativa, vincolata e le materie nelle quali il Consiglio comunale deve esprimersi entro termini stabiliti per legge;
n) i diritti delle minoranze etniche, linguistiche, religiose e sessuali. 

Statuto https://www.comune.vicenza.it/file/197295-statutocomunedivicenza.pdf

Regolamento 145179-sei.pdf (comune.vicenza.it)

art. 27 – 3. I referendum devono essere proposti da un comitato promotore costituito da un minimo di 20 ad un massimo di 200 cittadini. 

art. 32 – 1. 5.000 elettori del Comune possono chiedere l’indizione di un referendum abrogativo propositivo su atti approvati dal Consiglio o dalla Giunta comunale

Vicenza popolazione 112.298 (2017) > 5.000 > 112.298 = 4,45%

MORI REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE(DELIBERATIVO) CON QUORUM (20% DEGLI AVENTI DIRITTO)

 AMMISSIBILITA’: 

Il Comitato dei Garanti è nominato dal Consiglio comunale entro 90 giorni dall’insediamento dello stesso, con la maggioranza dei due terzi dei propri componenti, ovvero a maggioranza assoluta nelle successive votazioni, ed è composto da tre esperti di cui almeno uno in discipline giuridiche e almeno uno in discipline economico finanziarie, ad uno dei quali sono attribuite le funzioni di Presidente.

ESCLUSIONI

a) a norme dello statuto comunale adottate per adeguamenti obbligatori alla legge;

–          b) a materie che siano già state oggetto di consultazione referendaria, per un periodo di tre anni dall’esito del referendum;

–          c) al sistema contabile e tributario e tariffario del Comune;

–          d) agli atti relativi ad elezioni, nomine, designazioni;

–          e) al personale del Comune e delle Aziende speciali;

–          f) al regolamento interno del Consiglio comunale;

–          g) agli Statuti delle aziende comunali ed alla loro costituzione;

–          h) alle materie nelle quali il Comune condivide la competenza con altri Enti;

–          i) ai piani territoriali e urbanistici, i piani per la loro attuazione e le relative variazioni.
file:///C:/Users/Utente/Downloads/00_Testo2015APPROVATO_IN_VIGORE_05_MARZO_2015.pdf

art. 8 : il referendum può essere richiesto da almeno il sei (6) per cento degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune in possesso del diritto di elettorato attivo per l’elezione del Consiglio comunale. 

VILLE D’ANAUNIA – REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE (DELIBERATIVO) CON
QUORUM (
25% AVENTI DIRITTO)

AMMISSIBILITA’:

I membri del Comitato dei Garanti sono tre e sono nominati dal Consiglio comunale nel modo seguente: un funzionario dell’Ufficio enti locali e competenze ordinamentali della Regione Trentino Alto Adige, uno dell’Avvocatura della Provincia Autonoma di Trento e uno scelto tra i Segretari comunali della Val di Non o della Comunità di Valle


ESCLUSIONI:

 1. Non è consentita la presentazione di più di cinque quesiti per ogni procedura referendaria.

2. Il referendum è ammissibile solo in relazione a questioni o provvedimenti d’interesse generale di competenza comunale. In particolare, esso può riguardare unicamente argomenti che rientrino nella competenza degli organi di governo e non invece atti di gestione ancorché affidati a organi di  governo.

3. Inoltre il referendum non è ammesso, salvo decisioni del Comitato basate su differenti orientamenti giurisprudenziali emersi dagli organi preposti, con riferimento:

a. a quesiti che, nella sostanza, siano già stati oggetto di consultazione referendaria ovvero siano stati dichiarati inammissibili per mancata sottoscrizione nel mandato amministrativo in corso;

b. al sistema contabile, tributario e tariffario del Comune;

c. agli atti relativi ad elezioni, nomine, designazioni;

d. al personale del Comune e delle Aziende speciali;

e. al regolamento interno del Consiglio comunale;

f. agli Statuti delle aziende comunali ed alla loro costituzione;

g. alle forme collaborative intercomunali già avviate;

h. alle deliberazioni e ai provvedimenti assunti a valle di specifiche procedure, previste per legge, di consultazione della popolazione attraverso la previa pubblicazione, la possibilità di presentare osservazioni nel pubblico interesse e l’esame contestuale di una pluralità di interessi pubblici e privati.

222485_01-all-c-statuto-approvato (1).pdf

art. 23: I referendum sono richiesti da un numero di elettori non inferiore al 5% degli iscritti nelle liste elettorali del Comune, in riferimento all’ultima revisione delle stesse, in possesso del diritto di elettorato 406 attivo per l’elezione del Consiglio comunale.

BOLZANO – REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE(DELIBERATIVO) CON QUORUM (25% AVENTI DIRITTO )

AMMISSIBILITÀ:

Commissione per i procedimenti referendari composta di esperti/e nominati dal Consiglio.

ESCLUSIONI:

a) materie non rientranti nella competenza dell’amministrazione locale;
b) questioni in contrasto con gli obiettivi e le finalità dello statuto (art. 6) le norme dello statuto stesso e del Regolamento del Consiglio comunale;
c) questioni riguardanti i gruppi linguistici secondo le norme previste dallo Statuto di Autonomia;
d) questioni di natura religiosa; e) questioni elettorali e del personale comunale;
f) argomenti che negli ultimi cinque anni hanno formato oggetto di referendum popolari;
g) questioni riguardanti la contabilità ed il sistema tributario e tariffario del Comune;
h) questioni riguardanti persone, comunità marginali ed etniche;
i) questioni riguardanti progetti banditi prima della presentazione della richiesta di indizione di referendum;
j) atti e provvedimenti meramente esecutivi di leggi, provvedimenti contingibili e di urgenza del/della Sindaco/a;
k) materie nelle quali il Consiglio comunale debba esprimersi obbligatoriamente entro termini fissati dalla legge. 

         file:///C:/Users/Utente/Downloads/2022_08_24_Statuto_del_Comune_di_Bolzano_versione_definitiva.pdf

art. 59 – 3. Il referendum può essere richiesto da tre Consigli di Quartiere con il voto favorevole dei due terzi dei/delle Consiglieri/e assegnati/e e dai/dalle cittadini/e mediante istanza firmata da 2.000 elettori/elettrici del Consiglio comunale iscritti/e nelle liste elettorali. Qualora il numero delle firme richieste risulti superiore al 5% degli/delle aventi diritto, esse s’intendono ridotte a quest’ultimo limite.
Bolzano 2021 : residenti 107.530 > 2.000 = 2%

TORINO REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE (DELIBERATIVO) CON QUORUM (25% AVENTI DIRITTO )

AMMISSIBILITA’ :

Il giudizio sull’ammissibilità del referendum, ad opera di apposita Commissione.   Fanno parte della Commissione, il Presidente ed un Vicepresidente del Consiglio Comunale, il Segretario Generale ed il Direttore del Servizio Centrale Consiglio Comunale.)

ESCLUSIONI: 

a)   statuti di enti diversi dal Comune;
b)   bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni;
c)   conti consuntivi;
d)   tributi e disciplina delle tariffe;
e)   regolamenti ad efficacia meramente interna;
f)   delibere di definizione, adeguamento e verifica periodica dell’attuazione delle linee programmatiche ai sensi dell’articolo 38 del presente Statuto.
3.   Il quesito sottoposto a referendum propositivo non può, inoltre, essere considerato ammissibile:
a)   quando la richiesta concerna proposte su temi a contenuto legislativamente vincolato;
b)   quando la richiesta concerna proposte già sottoposte a referendum nell’arco della medesima tornata amministrativa, ovvero da considerare approvate per effetto di deliberazioni successivamente intervenute che abbiano modificato in modo sostanziale la disciplina oggetto del quesito.
4.   Il referendum non ha luogo quando l’atto cui si riferisce la proposta sia stato accolto e approvato con apposita deliberazione del Consiglio.
Statuto [2021] (comune.torino.it)

Almeno diecimila titolari dei diritti di partecipazione, di cui all’articolo 8, possono richiedere, con le modalità stabilite dal Regolamento referendum propositivi.
Richiesta in tal senso presentata dai promotori, che dovranno aver già provveduto a raccogliere le prime mille firme.

Torino popolazione 2023:  837 610 > 10.000 = 1,1%

 MILANO CITTA’ METROPOLITANAREFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE

(DELIBERATIVO) CON QUORUM (50% VOTANTI PER ULTIMO SINDACO)

AMMISSIBILITA’:

Decide Il Collegio metropolitano dei garanti  composto da tre membri eletti dal Consiglio metropolitano, a scrutinio segreto, a maggioranza dei tre quarti dei componenti nelle prime due votazioni e dei due terzi dei componenti nelle successive.  I garanti sono scelti fra magistrati anche a riposo, professori ordinari di Università di discipline giuridiche, avvocati o notai con almeno 10 anni di esercizio


ESCLUSIONI:

a) lo statuto, il regolamento del Consiglio e della Conferenza metropolitana;
b) il bilancio preventivo, gli atti connessi ed il conto consuntivo;
c) i provvedimenti inerenti l’assunzione di mutui o l’emissione di prestiti;
d) i provvedimenti di nomina, designazione o revoca dei rappresentanti della Città metropolitana presso enti, aziende o istituzioni;
e) il piano strategico e il piano territoriale metropolitano;
f) gli atti relativi al personale dell’ente;
g) i provvedimenti dai quali siano derivate obbligazioni irrevocabili della Città metropolitana nei confronti di terzi;
h) gli statuti delle aziende speciali metropolitane;
i) gli atti concernenti la salvaguardia dei diritti di singoli o di specifici gruppi di persone;
l) gli atti relativi a situazioni soggettive differenziate e atti ampliativi della sfera giuridica di soggetti determinati.
Statuto-CM-Milano.pdf (urbanit.it)

Articolo 11 – Referendum consultivo di indirizzo, Referendum propositivo e Referendum abrogativo 

1. Sulle materie di esclusiva competenza della Città metropolitana possono essere indetti referendum popolari con finalità consultive, propositive e abrogative. Le proposte di referendum devono essere corredate da almeno 1.000 firme autenticate di cittadini proponenti. 

3. È indetto referendum propositivo su materie di competenza della Città metropolitana, o riguardo ai quali la Città metropolitana possa esprimere una proposta o un parere, quando ne faccia richiesta il 3% dei cittadini elettori ovvero un quinto dei comuni rappresentativi di un quinto della popolazione residente.  

INIZIATIVA POPOLARE A VOTO POPOLARE VINCOLANTE QUORUM ZERO:

ROMA CAPITALEINIZIATIVA POPOLARE A VOTO POPOLARE VINCOLANTE QUORUM ZERO:

          CONTROPROPOSTA: È facoltà dell’Assemblea Capitolina, anche su proposta della Giunta, presentare una controproposta di referendum. In tal caso, gli aventi diritto al voto si pronunciano contestualmente sia sulla proposta di referendum popolare sia sulla controproposta e possono esprimere voto favorevole o contrario su una delle due proposte o su entrambe. Risulta approvata la proposta che riceve la maggioranza dei voti validamente espressi, indipendentemente dal numero dei partecipanti al voto, e tra le due quella che ne ottiene il maggior numero. Ove il Comitato ritenga di aderire alla controproposta il referendum si tiene solo su questa.

AMMISSIBILITA’ :

 Decide un organo collegiale nominato dall’Assemblea Capitolina, composto da tre professori universitari, ordinari di diritto amministrativo o costituzionale o pubblico, dal Segretario Generale e dal Capo di Gabinetto. Il medesimo organo giudica sulla regolarità delle sottoscrizioni di cui al comma 2.

ESCLUSIONI:

a) dei bilanci;
b) dei provvedimenti concernenti tributi, tariffe, rette, contributi e altri prelievi;
c) dei provvedimenti inerenti all’assunzione di mutui o all’emissione di prestiti obbligazionari;
d) dei provvedimenti relativi ad acquisti e alienazioni di immobili, permute, appalti, o concessioni;
e) dei provvedimenti inerenti a elezioni, nomine, designazioni, revoche o decadenze o, comunque, persone;
f) degli atti inerenti alla tutela di minoranze etniche o religiose.
a) Statuto di Roma Capitale;
b) Statuti di enti, istituzioni, organismi o comunque soggetti controllati o partecipati da Roma Capitale;
c) Regolamenti con efficacia meramente interna.
STATUTO_di_ROMA_CAPITALE.pdf (comune.roma.it)

 firme sostegno : non inferiore all’uno per cento (1%) di quello della popolazione residente accertata nell’anno precedente al deposito medesimo. 

firme presentazione: La richiesta di referendum accompagnata da non meno di mille sottoscrizioni

VIGNOLAINIZIATIVA POPOLARE A VOTO POPOLARE VINCOLANTE QUORUM ZERO:

CONTROPROPOSTA: Il Consiglio Comunale può inoltre elaborare una controproposta di atto amministrativo. Se esiste una controproposta consiliare, gli elettori potranno votare a favore dell’iniziativa popolare o a favore della controproposta consiliare, oppure contro entrambe per mantenere lo status quo.    Il Consiglio Comunale non può disattendere l’esito del referendum per tutta la durata del suo mandato.

AMMISSIBILITA’:

Il giudizio di ammissibilità è rimesso ad un Comitato di Garanti formato da tre esperti, nominati dal Consiglio Comunale con il voto favorevole dei 3/4 dei Consiglieri.

ESCLUSIONI:

 a) Atti di approvazione del bilancio e sue variazioni;

b) Atti concernenti tributi e tariffe;

c) Atti esecutivi di norme statali, regionali o statutarie, o atti di approvazione di convenzioni, successivamente alla loro stipula;

d) Atti relativi al personale del Comune;

e) Atti di pianificazione territoriale generale;

f) Statuto e Regolamento del Consiglio Comunale;

g) Atti che incidono su diritti soggettivi di natura patrimoniale

CRI _ STATUTO MODIFICATO CC 2021 23NOV21 909.odt (vignola.mo.it)

Il Comitato promotore, composto da 20 cittadini, presenta la proposta che, previo parere favorevole della competente Commissione Consiliare, potrà essere discussa e approvata dal Consiglio Comunale. Il numero di firme da raccogliere a sostegno di un’iniziativa popolare a voto popolare deve essere almeno pari a 250 elettori del comune.
Vignola popolazione 2017: 25.383 > 250 = 1% circa

INIZIATIVA POPOLARE A VOTO POPOLARE VINCOLANTE CON QUORUM 

MALLES  VENOSTA : INIZIATIVA POPOLARE A VOTO POPOLARE VINCOLANTE CON QUORUM 20 %

CONTROPROPOSTA: 
Il Consiglio Comunale può elaborare una controproposta di atto amministrativo. Se esiste una controproposta consiliare, gli elettori potranno votare a favore dell’iniziativa popolare o a favore della controproposta consiliare.

AMMISSIBILITA’

esaminata e valutata dalla commissione di cui all’art. 16 della Legge regionale n. 11 del 9 dicembre 201410. La decisione della commissione è definitiva.

ESCLUSIONI: 

a) materie non rientranti nella competenza dell’amministrazione locale;
b) quesiti riguardanti i gruppi linguistici;
c) questioni di natura religiosa;
d) questioni elettorali e del personale comunale;
e) argomenti che negli ultimi tre anni hanno formato oggetto di referendum popolari;
f) questioni riguardanti la contabilità ed il sistema tributario deI comune;
g) questioni riguardanti comunità marginali;
h) questioni riguardanti progetti banditi.

malles_venosta 2016.pdf

Il referendum può essere richiesto anche dai cittadini mediante istanza firmata da un numero pari ad almeno il 6% degli elettori iscritti nelle liste elettorali deI comune. Qualora il referendum sia circoscritto ad una parte del comune, l’istanza deve essere firmata da almento 10 % degli elettori ivi residenti. 

(gz 2023)

“ MANUALETTO “

 Costituzione Lista Civica comunale con metodo delle Candidature Dirette

https://www.scelgoio.org         segreteria@scelgoio.org

Costituzione Lista Civica comunale con metodo delle Candidature Dirette

I punti cardine imprescindibili sono:
a) Chiunque appartiene al territorio elettorale può partecipare alla pari e nessuno può escluderlo;
b) Ognuno che partecipa all’iniziativa ha uguale diritto, potere e possibilità di partecipazione: può candidarsi, selezionare i candidati e  proporre punti del programma amministrativo condiviso da depositare;
c) Riconoscibilità: i partecipanti sono sempre sovrani e scelgono il nome della Lista. (l’Associazione SCELGO IO! propone la sua denominazione per la riconoscibilità del metodo e per eventuali collaborazioni di rete azionale: A .. nome del Comune ..SCELGO IO!)

Si costituisce un Comitato locale di Sostenitori con le seguenti caratteristiche:

–      è formato da almeno 3 volontari appartenenti al territorio elettorale;
–    organizza le riunioni-assemblee pubbliche secondo le pratiche e le regole della democrazia diretta (isegoria), annunciate con adeguato preavviso e, se possibile, un proprio sito per stimolare la partecipazione e anche il controllo continuativo delle attività del Comitato stesso e del gradimento-consenso verso i candidati. 
–  è economicamente autonomo nel senso che copre le spese necessarie attraverso donazioni e auto finanziamenti locali.
–  Il Comitato locale dei Sostenitori è sempre aperto alla partecipazione  anche dei Cittadini che vogliono entrare in seguito.
– Nel corso di ogni riunione-assemblea ciascun Cittadino può presentare la propria candidatura e ciascun Cittadino può esprimere o cambiare le proprie preferenze.

Alcuni compiti del Comitato locale dei Sostenitori:

–  Organizza la presenza su internet per accogliere interessati a realizzare la Lista sia come candidati che sostenitori, eventualmente utilizzando le risorse messe a disposizione dalla Associazione “Scelgo Io!”
–   Si coordina con gli altri Comitati Locali della stessa Circoscrizione;
– Organizza eventi pubblici fisici e telematici per presentare ai Cittadini del territorio l’iniziativa nel complesso;
– Spiega e illustra ai Cittadini le modalità di realizzazione della Lista Civica col metodo delle Candidature Dirette;
Prende contatto con l’Ufficio Elettorale comunale per ottenere tutte le informazioni necessarie: tempistiche utili e scadenze, numero minimo e massimo dei candidati da presentare, numero firme di sostegno necessarie e modalità locali di autentica, norme per la presentazione nome, simbolo e programma amministrativo.
–  Cura la presentazione istituzionale della Lista Elettorale ufficiale;
– Coinvolge la cittadinanza con una serie di incontri in presenza per sollecitare i Cittadini a presentare questioni e problemi riscontrati nel territorio comunale e nei rapporti anche con le istituzioni e i servizi, ma anche sondaggi sulle proposte e sulle soluzioni (il tutto riassunto con un semplice Cartellone delle Proposte). Scopo principale degli incontri è portare alla luce le persone che vogliono essere Candidati nella Lista Civica. Tutto può essere fatto utilizzando un Cartellone dei Candidati che esplicita i nominativi dei candidati ( ovunque residenti ) e dei loro sostenitori ( solo elettori residenti).
–  Organizza eventi pubblici per presentare i Candidati e metterli in relazione diretta con i Cittadini;
–  Organizza la raccolta firme di sostegno alla presentazione: raccolte dai candidati stessi e dai Sostenitori  dei Comitati Locali;
–   Ad ogni riunione – assemblea con i Cittadini, i Cartelloni vengono aggiornati in modo che tutte le procedure siano perfettamente chiare e trasparenti: 

Cartellone delle Proposte con nuove Proposte e relativi consensi
1 Cartellone dei Candidati con nuovi Candidati e relativi consensi         

–   Dei 2 Cartelloni è utile farne le versioni on line per la pubblicazione e diffusione nei social ecc. eventualmente utilizzando le risorse messe a disposizione dall’ Associazione “SCELGO IO!”

I componenti del Comitato locale dei Sostenitori possono:

– proporre la propria candidatura;
– visionare nel Registro delle Candidature, l’Elenco in formazione degli Aspiranti Candidati;
– assegnare consenso (max 4 preferenze: 1m/1f + 1m/1f) ) in modo libero, dinamico e continuativo, per un congruo periodo di tempo utile alla reciproca conoscenza tra Aspiranti Candidati e Cittadini in modo da assegnare – togliere – riassegnare preferenze ai propri aspiranti candidati, ma anche a quelli proposti da altri. Le preferenze vanno complessivamente assegnate in modo che alla fine i due generi risultino paritari: se voto 1 maschio devo votare anche una femmina. Il consenso ritirato ad un Aspirante Candidato va assegnato ad un altro dello stesso genere.

45 giorni prima delle elezioni si chiude la graduatoria che determina direttamente e senza intromissioni la lista dei Candidati alle elezioni.
Eventuali posizioni finali paritarie sono risolte con sorteggio.

L’Aspirante Candidato può essere residente ovunque e si deve iscrivere al format predisposto fornendo i dati anche elettorali e qualora Candidato, tutti i documenti necessari.

Il Sostenitore deve essere elettore nel territorio coinvolto nelle elezioni e si deve iscrivere fornendo i dati anche elettorali (basta la Carta di identità che certifica la residenza).

I risultati delle preferenze delle “Primarie aperte e continue” (metodo Candidature Dirette) devono essere resi completamente pubblici nei tempi operativi più contenuti possibile. Tutte le preferenze sono sempre espresse in forma palese.

L’aspirante candidato a maggior consenso è candidato alla carica di Sindaco.
Gli altri aspiranti candidati, sulla base delle disposizioni di legge riguardanti le “quote di genere”, sono presenti nella Lista Civica in ordine di graduatoria di genere e sono candidati come Consiglieri.

Apparentamenti e coalizioni elettorali della Lista Civica per eventuali ballottaggi e le massime opportunità vanno preventivamente proposte come uno dei Punti del Cartellone delle Proposte, essere discussi ed ottenere il consenso della maggioranza dei partecipanti. Se non approvati dalla maggioranza dei partecipanti, non sono ammessi. 

Una differenza dalla classica lista civica, è che qui tutto è in mano alla volontà reale, trasparente e diretta dei Cittadini e non ai soliti personaggi che li usano.
Cittadino propone Cittadino, Cittadino seleziona Cittadino, Cittadino elegge Cittadino.

Riferimenti normativi: 

decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali):
https://dait.interno.gov.it/finanza-locale/documentazione/testo-unico-delle-leggi-sullordinamento-degli-enti-local
– d.P.R. 16 maggio 1960, n. 570 , art. 30 (Testo unico delle leggi per la composizione e l’elezione degli organi delle Amministrazioni comunali):
https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.del.presidente.della.repubblica:1960-05-16;570!vi=

————————————————-

L’Associazione “SCELGO IO!!” funge da:
– coordinatore di servizio con info, eventuale simbolo e strumenti,
– prepara nel proprio sito l’elenco dei Comuni coinvolti,
– predispone il proprio sito per accogliere interessati a realizzare la Lista sia come candidati che sostenitori,
propone la sua denominazione per la riconoscibilità del metodo e per eventuali collaborazioni,  federazioni e coordinamenti finalizzati di rete nazionale:     (A .. nome del Comune ..SCELGO IO!) in modo che il simbolo di “SCELGO IO!” eventualmente possa essere abbinato al nome del Comune o entità territoriale coinvolta nelle elezioni,
– è auspicabile, ma non obbligatorio, che Candidati e Sostenitori siano iscritti all’Associazione “SCELGO IO!”

Notizie e aggiornamenti sulla iniziativa

Forum discussioni sulla LCD

Navigazione forum
Forum breadcrumbs - Sei qui:Forum

Forum

Forum pubblicoUltimo messaggio
Forum pubblico per tuttiTutti i forum di questa sezione sono aperti a tutti gli utenti, registrati e anche ospiti non registrati sul sito. I commenti dei non registrati sono comunque moderati prima della pubblicazione.12 Topic · 40 MessaggiUltimo articolo: REFERENDUM PROPOSITIVO VINCOLANTE … · 9 mesi fa · Gian Zanolli
TAVOLA ROTONDA REFERENDUMDiscussioni sull'organizzazione, presentazione abstract e testi delle relazioni, informazioni varie13 Topic · 34 MessaggiUltimo articolo: Relazione Luciano Grandis · 3 mesi fa · Ospite
Lista della Candidature Dirette - Preparazione documenti e materialiDiscussioni intorno alle modalità di presentazione della iniziativa LCC e relativi materiali2 Topic · 2 MessaggiUltimo articolo: LEGGE ELETTORALE DEL 1860: SINTESI · 5 mesi fa · Gian Zanolli
Valutazioni, suggerimenti sul sito e le sue pagineSuggerimenti, Richieste e Valutazioni delle pagine del sito e dei cambiamenti a queste.7 Topic · 7 MessaggiUltimo articolo: CHI SIAMO - Informarmi · 6 mesi fa · Ospite

REPORT TAVOLA ROTONDA DI SABATO 15 APRILE 2023:

Partecipanti: Nicola Ragno, Luciano Grandis, Sergio Bagnasco, Luigi Spanu, Erminio Ressegotti, Pino Strano, Dino Caliman, Siro A. Nicolazzi, Luca Raiteri, Pasquale Allegro, Walter Pellegrini, Paolo Antonio Amadio, Gian Zanolli.

2) Abbiamo concordato, ai fini della discussione, di accorpare per affinità i punti-proposta 1+2+6:

1 > 25). Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore. ( Scelgo Io!)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Sergio Bagnasco Walter

2 > 26). Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum > vedi testo.( Erminio Ressegotti)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian Sergio Bagnasco Walter

6 > 28). Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo (. ( Più Democrazia Italia)

8 voti, 5% – Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian Walter

Abbiamo concordato di NON accorpare il punto-proposta 3>1 con il punto 16>2

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)

8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

Abbiamo concordato di NON accorpare il punto-proposta 4>8 con il punto 23>9 e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco) e modifica art. 90 per messa in stato di accusa del Presidente.

8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

il nuovo Elenco delle proposte al momento risulta essere questo:

Abbiamo concordato, ai fini della discussione, di accorpare per affinità i punti-proposta 1+2+6:

1 > 25). Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore. ( Scelgo Io!)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Sergio Bagnasco Walter

2 > 26). Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum > vedi testo.( Erminio Ressegotti)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian Sergio Bagnasco Walter

6 > 28). Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo (. ( Più Democrazia Italia)

8 voti, 5% – Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian Walter

non accorpato (col 16 > 2 )

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

non accorpato ( col 23>9 )

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet ——————————————————————-e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

5 > 12). Preferenze legge elettorale ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

7 > 3). Revisione legge 352/1970 e successive modifiche ( Sergio Bagnasco(
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Gian Sergio Bagnasco Waltet

8 > 6). Abolizione quorum di partecipazione per ogni tipologia di referendum (Gian)
7 voti, 4% – Leonello Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Waltet

9 > 11). Presentare nuovi ricorsi per la verifica di costituzionalità della legge elettorale. (Sergio Bagnasco)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

10 > 14). Proposta per referendum propositivo/modifica legge di iniziativa popolare. ( Walter)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

11 > 24). In caso di referendum abrogativo la legge abrogata potrà essere riproposta dal Parlamento o altro legislatore, ma verrà deliberata solo previo esito positivo di referendum confermativo obbligatorio. ( Scelgo Io!)
7 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian Waltet

12 > 7). Normale selezione candidati per rendere effettivo il diritto di elettorato passivo (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4%
Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

13 > 10). Modifica legge elettorale per eliminare esonero raccolta firme per partiti già presentino Parlamento. Ecc (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

14 > 13). Referendum propositivo Deliberativo Senza Quorum e senza contro proposta ammissibile su tutte le competenze di Camera, Regione, Province, Province Autonome e Comuni. ( Gian)
6 voti, 4% – Stefano Francesco PIVA Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille pino strano Gian

15 > 23). Il percorso referendario deve avere tempi di realizzazione massimo di 60/90 giorni dalla verifica positiva delle firme di sostegno e autonomo rispetto i lavori parlamentari. ( Scelgo Io!)
6 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian

non accorpato (col 3> 1)

16 > 2). Referendum confermativo obbligatorio ” allargato ” a varie leggi importanti : revisione Costituzione, trattati internazionali, legge elettorale ecc. (Gian)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

17 > 16). Referendum abrogativo ammissibile per tutte le competenze della Camera ecc.( Gian)
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

18 > 17). Ammissibilità conformente a quanto accade per il Parlamento, non va previsto giudizio preventivo per referendum propositivo.
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

19 > 20). Quorum zero per ogni tipologia di referendum. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

20 > 21). Conformemente a quanto accade col parlamento, non vogliamo giudizio preventivo di ammissibilità per referendum propositivo. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

21 > 5). Abolizione quorum su referendum abrogativi art. 75 ( Sergio Bagnasco)
4 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco

22 > 22). Firme di sostegno: parificare il Popolo sovrano proponente al singolo Parlamentare proponente.. ( Scelgo Io!)
4 voti, 2% – Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Waltet

–———————————————————————————————————————-

non accorpato (col 4 > 8).

23 > 9). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione, Presidente della Repubblica, e per intero organismo elettivo. ( Gian)
3 voti, 2% – Pasquale_A Siro Achille Gian

24 > 15). Modifica art. 70 per riconoscere potere legislativo ai Cittadini italiani. ( Gian)
3 voti, 2% – Luciano Grandis pino strano Gian

25 > 18. Prevedere che ogni Comune abbia e faccia conoscere ai cittadini questi strumenti: > vedi elenco ( Walter)
3 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Waltet

26 > 27). Strumenti di democrazia diretta moderna : > vedi elenco ( Più Democrazia Italia)
3 voti, 2% – Leonello Pasquale_A Waltet

27 > 4). Modificare legge 352/70 anche per stabilire un calendario dei Referendum a scadenza prestabilita e fissa. (Gian)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

28 > 19). Formulare LIP che riassuma le modifiche costituzionali e legislative necessarie a realizzare il genuino potere deliberativo sovrano mediante I seguenti referendum: > vedi elenco ( Scelgo Io !)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

NUOVO ELENCO GRADUATORIA AL 16 APRILE 2023

1 [1 > 25) + 2 > 26) + 6 > 28)].

Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore.

Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum.

Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo)

non accorpato (col 16 > 2 )

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

non accorpato ( col 23>9 )

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet ——————————————————————-e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

5 > 12). Preferenze legge elettorale ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

7 > 3). Revisione legge 352/1970 e successive modifiche ( Sergio Bagnasco(
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Gian Sergio Bagnasco Waltet

8 > 6). Abolizione quorum di partecipazione per ogni tipologia di referendum (Gian)    RITIRATO perchè equivalente a 19>20)
7 voti, 4% – Leonello Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Waltet

9 > 11). Presentare nuovi ricorsi per la verifica di costituzionalità della legge elettorale. (Sergio Bagnasco)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

10 > 14). Proposta per referendum propositivo/modifica legge di iniziativa popolare. ( Walter)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

11 > 24). In caso di referendum abrogativo la legge abrogata potrà essere riproposta dal Parlamento o altro legislatore, ma verrà deliberata solo previo esito positivo di referendum confermativo obbligatorio. ( Scelgo Io!)
7 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian Waltet

12 > 7). Normale selezione candidati per rendere effettivo il diritto di elettorato passivo (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4%
Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

13 > 10). Modifica legge elettorale per eliminare esonero raccolta firme per partiti già presentino Parlamento. Ecc (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

14 > 13). Referendum propositivo Deliberativo Senza Quorum e senza contro proposta ammissibile su tutte le competenze di Camera, Regione, Province, Province Autonome e Comuni. ( Gian)
6 voti, 4% – Stefano Francesco PIVA Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille pino strano Gian

15 > 23). Il percorso referendario deve avere tempi di realizzazione massimo di 60/90 giorni dalla verifica positiva delle firme di sostegno e autonomo rispetto i lavori parlamentari. ( Scelgo Io!)
6 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian

non accorpato (col 3> 1)

16 > 2). Referendum confermativo obbligatorio ” allargato ” a varie leggi importanti : revisione Costituzione, trattati internazionali, legge elettorale ecc. (Gian)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

17 > 16). Referendum abrogativo ammissibile per tutte le competenze della Camera ecc.( Gian)
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

18 > 17). Ammissibilità conformente a quanto accade per il Parlamento, non va previsto giudizio preventivo per referendum propositivo.
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

19 > 20). Quorum zero per ogni tipologia di referendum. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

20 > 21). Conformemente a quanto accade col parlamento, non vogliamo giudizio preventivo di ammissibilità per referendum propositivo. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

21 > 5). Abolizione quorum su referendum abrogativi art. 75 ( Sergio Bagnasco)
4 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco

22 > 22). Firme di sostegno: parificare il Popolo sovrano proponente al singolo Parlamentare proponente.. ( Scelgo Io!)
4 voti, 2% – Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Waltet

Non accorpato (col 4 > 8).

23 > 9). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione, Presidente della Repubblica, e per intero organismo elettivo. ( Gian)
3 voti, 2% – Pasquale_A Siro Achille Gian

24 > 15). Modifica art. 70 per riconoscere potere legislativo ai Cittadini italiani. ( Gian)
3 voti, 2% – Luciano Grandis pino strano Gian

25 > 18. Prevedere che ogni Comune abbia e faccia conoscere ai cittadini questi strumenti: > vedi elenco ( Walter)
3 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Waltet

26 > 27). Strumenti di democrazia diretta moderna : > vedi elenco ( Più Democrazia Italia)
3 voti, 2% – Leonello Pasquale_A Waltet

27 > 4). Modificare legge 352/70 anche per stabilire un calendario dei Referendum a scadenza prestabilita e fissa. (Gian)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

28 > 19). Formulare LIP che riassuma le modifiche costituzionali e legislative necessarie a realizzare il genuino potere deliberativo sovrano mediante I seguenti referendum: > vedi elenco ( Scelgo Io !)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

REPORT DA TAVOLA ROTONDA DI SABATO 15 APRILE 2023:

Partecipanti: Nicola Ragno, Luciano Grandis, Sergio Bagnasco, Luigi Spanu, Erminio Ressegotti, Pino Strano, Dino Caliman, Siro A. Nicolazzi, Luca Raiteri, Pasquale Allegro, Walter Pellegrini, Paolo Antonio Amadio, Gian Zanolli.

2) Abbiamo concordato, ai fini della discussione, di accorpare per affinità i punti-proposta 1+2+6:

1 > 25). Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore. ( Scelgo Io!)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Sergio Bagnasco Walter

2 > 26). Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum > vedi testo.( Erminio Ressegotti)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian Sergio Bagnasco Walter

6 > 28). Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo (. ( Più Democrazia Italia)

8 voti, 5% – Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian Walter

Abbiamo concordato di NON accorpare il punto-proposta 3>1 con il punto 16>2

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)

8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

Abbiamo concordato di NON accorpare il punto-proposta 4>8 con il punto 23>9 e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco) e modifica art. 90 per messa in stato di accusa del Presidente.

8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

il nuovo Elenco delle proposte al momento risulta essere questo:

Abbiamo concordato, ai fini della discussione, di accorpare per affinità i punti-proposta 1+2+6:

1 > 25). Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore. ( Scelgo Io!)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Sergio Bagnasco Walter

2 > 26). Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum > vedi testo.( Erminio Ressegotti)

11 voti, 7% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian Sergio Bagnasco Walter

6 > 28). Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo (. ( Più Democrazia Italia)

8 voti, 5% – Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian Walter

non accorpato (col 16 > 2 )

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

non accorpato ( col 23>9 )

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet ——————————————————————-e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

5 > 12). Preferenze legge elettorale ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

7 > 3). Revisione legge 352/1970 e successive modifiche ( Sergio Bagnasco(
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Gian Sergio Bagnasco Waltet

8 > 6). Abolizione quorum di partecipazione per ogni tipologia di referendum (Gian)
7 voti, 4% – Leonello Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Waltet

9 > 11). Presentare nuovi ricorsi per la verifica di costituzionalità della legge elettorale. (Sergio Bagnasco)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

10 > 14). Proposta per referendum propositivo/modifica legge di iniziativa popolare. ( Walter)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

11 > 24). In caso di referendum abrogativo la legge abrogata potrà essere riproposta dal Parlamento o altro legislatore, ma verrà deliberata solo previo esito positivo di referendum confermativo obbligatorio. ( Scelgo Io!)
7 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian Waltet

12 > 7). Normale selezione candidati per rendere effettivo il diritto di elettorato passivo (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4%
Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

13 > 10). Modifica legge elettorale per eliminare esonero raccolta firme per partiti già presentino Parlamento. Ecc (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

14 > 13). Referendum propositivo Deliberativo Senza Quorum e senza contro proposta ammissibile su tutte le competenze di Camera, Regione, Province, Province Autonome e Comuni. ( Gian)
6 voti, 4% – Stefano Francesco PIVA Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille pino strano Gian

15 > 23). Il percorso referendario deve avere tempi di realizzazione massimo di 60/90 giorni dalla verifica positiva delle firme di sostegno e autonomo rispetto i lavori parlamentari. ( Scelgo Io!)
6 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian

non accorpato (col 3> 1)

16 > 2). Referendum confermativo obbligatorio ” allargato ” a varie leggi importanti : revisione Costituzione, trattati internazionali, legge elettorale ecc. (Gian)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

17 > 16). Referendum abrogativo ammissibile per tutte le competenze della Camera ecc.( Gian)
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

18 > 17). Ammissibilità conformente a quanto accade per il Parlamento, non va previsto giudizio preventivo per referendum propositivo.
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

19 > 20). Quorum zero per ogni tipologia di referendum. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

20 > 21). Conformemente a quanto accade col parlamento, non vogliamo giudizio preventivo di ammissibilità per referendum propositivo. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

21 > 5). Abolizione quorum su referendum abrogativi art. 75 ( Sergio Bagnasco)
4 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco

22 > 22). Firme di sostegno: parificare il Popolo sovrano proponente al singolo Parlamentare proponente.. ( Scelgo Io!)
4 voti, 2% – Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Waltet

–———————————————————————————————————————-

non accorpato (col 4 > 8).

23 > 9). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione, Presidente della Repubblica, e per intero organismo elettivo. ( Gian)
3 voti, 2% – Pasquale_A Siro Achille Gian

24 > 15). Modifica art. 70 per riconoscere potere legislativo ai Cittadini italiani. ( Gian)
3 voti, 2% – Luciano Grandis pino strano Gian

25 > 18. Prevedere che ogni Comune abbia e faccia conoscere ai cittadini questi strumenti: > vedi elenco ( Walter)
3 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Waltet

26 > 27). Strumenti di democrazia diretta moderna : > vedi elenco ( Più Democrazia Italia)
3 voti, 2% – Leonello Pasquale_A Waltet

27 > 4). Modificare legge 352/70 anche per stabilire un calendario dei Referendum a scadenza prestabilita e fissa. (Gian)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

28 > 19). Formulare LIP che riassuma le modifiche costituzionali e legislative necessarie a realizzare il genuino potere deliberativo sovrano mediante I seguenti referendum: > vedi elenco ( Scelgo Io !)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

NUOVO ELENCO GRADUATORIA AL 16 APRILE 2023

1 [1 > 25) + 2 > 26) + 6 > 28)].

Informazione più ampia possibile e libretto informativo da inviare ad ogni elettore.

Raccomandazioni Commissione di Venezia su quorum , trasparenza, pubblicità, informazione relative a referendum.

Strumenti di informazione ai Cittadini nei processi decisionali ( libretto informativo)

non accorpato (col 16 > 2 )

3 > 1). Referendum confermativo obbligatorio su ogni revisione costituzionale modifica art. 138 cost. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

non accorpato ( col 23>9 )

4 > 8). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione. ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet ——————————————————————-e integrarlo con la modifica dell’art. 90 per la messa in stato di accusa del Presidente d.R. da parte dei Cittadini.

5 > 12). Preferenze legge elettorale ( Sergio Bagnasco)
8 voti, 5% – Paolo antonio amadio Leonello Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

7 > 3). Revisione legge 352/1970 e successive modifiche ( Sergio Bagnasco(
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Gian Sergio Bagnasco Waltet

8 > 6). Abolizione quorum di partecipazione per ogni tipologia di referendum (Gian)    RITIRATO perchè equivalente a 19>20)
7 voti, 4% – Leonello Pasquale_A Siro Achille pino strano Luciano Grandis Gian Waltet

9 > 11). Presentare nuovi ricorsi per la verifica di costituzionalità della legge elettorale. (Sergio Bagnasco)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Luigi Spanu pino strano Sergio Bagnasco Waltet

10 > 14). Proposta per referendum propositivo/modifica legge di iniziativa popolare. ( Walter)
7 voti, 4% – Paolo antonio amadio Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luigi Spanu Siro Achille Sergio Bagnasco Waltet

11 > 24). In caso di referendum abrogativo la legge abrogata potrà essere riproposta dal Parlamento o altro legislatore, ma verrà deliberata solo previo esito positivo di referendum confermativo obbligatorio. ( Scelgo Io!)
7 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian Waltet

12 > 7). Normale selezione candidati per rendere effettivo il diritto di elettorato passivo (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4%
Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

13 > 10). Modifica legge elettorale per eliminare esonero raccolta firme per partiti già presentino Parlamento. Ecc (Sergio Bagnasco)
6 voti, 4% – Paolo antonio amadio Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco Waltet

14 > 13). Referendum propositivo Deliberativo Senza Quorum e senza contro proposta ammissibile su tutte le competenze di Camera, Regione, Province, Province Autonome e Comuni. ( Gian)
6 voti, 4% – Stefano Francesco PIVA Luciano Grandis Luigi Spanu Siro Achille pino strano Gian

15 > 23). Il percorso referendario deve avere tempi di realizzazione massimo di 60/90 giorni dalla verifica positiva delle firme di sostegno e autonomo rispetto i lavori parlamentari. ( Scelgo Io!)
6 voti, 4% – Paolo Neri Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille Gian

non accorpato (col 3> 1)

16 > 2). Referendum confermativo obbligatorio ” allargato ” a varie leggi importanti : revisione Costituzione, trattati internazionali, legge elettorale ecc. (Gian)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

17 > 16). Referendum abrogativo ammissibile per tutte le competenze della Camera ecc.( Gian)
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

18 > 17). Ammissibilità conformente a quanto accade per il Parlamento, non va previsto giudizio preventivo per referendum propositivo.
5 voti, 3% – Pasquale_A Luciano Grandis Siro Achille pino strano Gian

19 > 20). Quorum zero per ogni tipologia di referendum. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Leonello Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

20 > 21). Conformemente a quanto accade col parlamento, non vogliamo giudizio preventivo di ammissibilità per referendum propositivo. ( Scelgo Io!)
5 voti, 3% – Stefano Francesco PIVA Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Gian

21 > 5). Abolizione quorum su referendum abrogativi art. 75 ( Sergio Bagnasco)
4 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Luigi Spanu Sergio Bagnasco

22 > 22). Firme di sostegno: parificare il Popolo sovrano proponente al singolo Parlamentare proponente.. ( Scelgo Io!)
4 voti, 2% – Pasquale_A Luciano Grandis pino strano Waltet

Non accorpato (col 4 > 8).

23 > 9). Referendum di revoca del mandato per le cariche di Sindaco, Presidente di regione, Presidente della Repubblica, e per intero organismo elettivo. ( Gian)
3 voti, 2% – Pasquale_A Siro Achille Gian

24 > 15). Modifica art. 70 per riconoscere potere legislativo ai Cittadini italiani. ( Gian)
3 voti, 2% – Luciano Grandis pino strano Gian

25 > 18. Prevedere che ogni Comune abbia e faccia conoscere ai cittadini questi strumenti: > vedi elenco ( Walter)
3 voti, 2% – Paolo Neri Pasquale_A Waltet

26 > 27). Strumenti di democrazia diretta moderna : > vedi elenco ( Più Democrazia Italia)
3 voti, 2% – Leonello Pasquale_A Waltet

27 > 4). Modificare legge 352/70 anche per stabilire un calendario dei Referendum a scadenza prestabilita e fissa. (Gian)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian

28 > 19). Formulare LIP che riassuma le modifiche costituzionali e legislative necessarie a realizzare il genuino potere deliberativo sovrano mediante I seguenti referendum: > vedi elenco ( Scelgo Io !)
2 voti, 1% – Luciano Grandis Gian